UNDER 19 | LA JUVE LOTTA, MA IN SEMIFINALE CI VA L’EMPOLI

By realcamisetas No comments

Finisce ai quarti di finale playoff il campionato della Juventus Under 19. Allo Stadio “Enzo Ricci” di Sassuolo l’Empoli si impone 2-1 sui bianconeri e accede, così, in semifinale. Toscani avanti nel primo tempo con Ekong, ma subito raggiunti dal gol di Mulazzi. Nella ripresa Bozhanaj, appena entrato, porta nuovamente avanti la squadra di Mister Buscè per il definitivo 2-1. Juve che in due occasioni, una per tempo, ha sfiorato il secondo gol con la traversa di Sekulov e il palo di Leo. Si chiude, così, la stagione 2020/2021 della Primavera, ma rimane l’ottima annata da parte di tutti i giocatori coinvolti da Mister Bonatti, molti dei quali sotto età per la categoria.

LA PARTITA

La gara inizia subito con un’emozione: dopo trenta secondi Soulè ci prova con il sinistro dal limite dell’area, in seguito a un ottimo recupero da parte di Sekulov nella trequarti toscana, ma la sua conclusione finisce larga. Al 6’ risponde presente l’Empoli che con Fazzini, ben imbeccato da Belardinelli, sfiora il vantaggio. I ritmi non calano, ma le occasioni stentano ad arrivare. Per vedere un’altra situazione pericolosa bisogna aspettare il minuto 22: dopo una bella respinta di Garofani sul colpo di testa di Siniega, arriva il tap-in di Ekong che non può sbagliare. La reazione della Juve, però, è immediata e dopo appena due giri di orologio Mulazzi si mette in proprio, e dopo una bella azione palla al piede, entra in area e calcia a giro con il destro sorprendendo Hvalic, 1-1. Parità ristabilita e inerzia del match che torna a favore della Juve: al 27’ ci prova Iling-Junior e al 31’ è il turno di Miretti, ma in entrambe le occasioni è attento l’estremo difensore dei toscani. L’Empoli prova a scuotersi con una girata di Siniega, ma ad andare vicina al raddoppio è ancora la Juve. Prima ci prova nuovamente Miretti, ma la sfera passa soltanto vicina all’incrocio dei pali, poi il numero 8 serve alla perfezione in profondità Sekulov che brucia sul tempo Fradella, ma una volta arrivato a tu per tu con Hvalic centra la traversa. Si chiude in perfetto equilibrio la prima frazione.

Al rientro dagli spogliatoi l’Empoli è più aggressivo, anche perché la squadra toscana ha a disposizione soltanto un risultato per passare il turno: la vittoria. Al 47’ Asllani pareggia i conti anche per quanto riguarda il numero di legni colpiti con la sua conclusione da fuori area che si stampa sulla traversa. Questo è un segnale e la Juve prova a rispondere con Iling, ma il suo tiro viene murato da Donati. Anche il tentativo di Lipari si conclude con un nulla di fatto e lo stesso succede con Sekulov che non inquadra lo specchio della porta. La svolta arriva al minuto 68: appena entrato Bozhanaj trasforma in oro il primo pallone della sua partita piazzandolo all’angolino, proprio dove Garofani non può arrivare. La Juve è nuovamente costretta a inseguire, ma con la pazienza che l’ha contraddistinta per tutto l’arco della stagione riesce a costruire al 79’ l’opportunità concreta per il pari: Hvalic compie un intervento splendido su Iling e sulla ribattuta Leo colpisce a botta sicura, ma è il palo a dirgli di no. Juve nuovamente avanti nel numero totale di legni colpiti e questo dato suonerà come una beffa a fine gara perché, di fatto, i bianconeri non riusciranno più a rendersi concretamente pericolosi nonostante i cinque cambi offensivi effettuati da Mister Bonatti per cercare fino alla fine il gol del pareggio.

AN6I1406_2021062381547901_20210623081832
AN6I1288_2021062373745725_20210623073931
AN6I1301_2021062374508550_20210623074934
AN6I1169_2021062371529882_20210623071731
+ 12

L’ANALISI DI MISTER BONATTI

«Quella di oggi è stata una partita molto equilibrata, dove i dettagli hanno fatto la differenza. C’è un po’ di amarezza perché in due occasioni sono stati i legni a negarci la gioia del gol, ma queste dinamiche fanno parte del calcio e dello sport. Facciamo i complimenti all’Empoli per il passaggio del turno. Noi siamo convinti di aver dimostrato che con il duro lavoro si possono raggiungere risultati ambiziosi. Quello bianconero è un progetto serio e ambizioso e sono sicuro che anche il match di oggi servirà ai miei giocatori nel loro percorso di crescita. Dobbiamo essere orgogliosi della stagione che abbiamo disputato».

LE PAROLE DI DANIEL LEO

«La gara di oggi deve essere per noi un punto di partenza e non di arrivo e soprattutto non dobbiamo dimenticare la nostra straordinaria annata, disputata giocando un calcio diverso e innovativo rispetto alle altre squadre. Sono soddisfatto del lavoro fatto in questa stagione e ci tengo a fare i complimenti a tutti i miei compagni per quanto dimostrato in questi mesi molto intensi. Per noi è sempre stato il gruppo a fare la differenza».

IL TABELLINO

Campionato Primavera 1 – Fase Finale – 1° Turno
Juventus – Empoli 1-2
Stadio Enzo Ricci – Sassuolo (MO)

Marcatori: 22’ pt Ekong (E), 24’ pt Mulazzi (J), 23’ st Bozhanaj (E)

Juventus: Garofani, Leo, De Winter (cap.), Sekulov (39’ st Sekularac), Miretti, Soule (39’ st Da Graca), Iling (39’ st Cerri), Mulazzi, Nzouango, Turicchia (30’ st Bonetti), Omic (25’ st Chibozo). A disposizione: Senko, Raina, Riccio, Hasa, Dellavalle, Rouhi, Doratiotto. Allenatore: Andrea Bonatti.

Empoli: Hvalic, Rizza, Asllani, Lipari (22’ st Bozhanaj), Belardinelli (37’ st Martini), Baldanzi, Ekong (42’ st Rossi), Siniega, Donati (cap.), Fazzini (22’ st Degli Innocenti), Fradella (1’ st Pezzola). A disposizione: Biagini, Toccafondi, Indragoli, Morelli, Sidibe, Manfredi, Lombardi. Allenatore: Antonio Buscè.

Deja un comentario