UNDER 19 | PAREGGIO IN RIMONTA CONTRO L’ATALANTA

By realcamisetas No comments

 

La Juventus Under 19 esce con un punto dal primo match del girone di ritorno contro l’Atalanta, terminato 3-3, ma con ancora più consapevolezza nei propri mezzi. Dopo aver chiuso il primo parziale sotto di due reti, 0-2, la squadra di Mister Bonatti rientra dagli spogliatoi con le idee chiare e in poco più di venti minuti, prima con Soule e poi con Sekulov, pareggia i conti. L’Atalanta, però, ha la forza di tornare avanti, ma una bellissima rete di Miretti chiude definitivamente il match. Quella vista questo pomeriggio è una reazione da grande squadra, consapevole della propria forza, soprattutto mentale, e dotata di grandi qualità fisiche e tecniche. La Juve mantiene invariato il vantaggio sugli orobici e arriva alla sosta del campionato a quota 26 punti in classifica.

0-2 ALL’INTERVALLO

La gara inizia su ritmi molto intensi e dopo cinque minuti gli ospiti riescono a trovare la rete che sblocca la partita con Sidibe che con il destro batte Garofani con una conclusione appena dentro l’area di rigore. I bianconeri provano a scuotersi, ma l’Atalanta non concede loro molti spazi. Al minuto 24’ arriva anche il raddoppio dei lombardi con il destro incrociato di Cortinovis, servito molto bene da Cittadini. Sotto di due reti la squadra di Mister Bonatti cerca di dimezzare lo svantaggio prima della fine della prima frazione, ma le sortite offensive dei padroni di casa non creano grossi pericoli alla retroguardia orobica. Si chiude, dunque, sullo 0-2 il primo tempo.

DA 0-2 A 3-3

Nella ripresa il copione della gara cambia totalmente e lo si può comprendere sin dalle prime battute. Mister Bonatti inserisce forze fresche: Maressa e Soule per Omic e Hasa. Ed è proprio Soule a trovare il gol che accorcia le distanze al 47’ con un mancino perfetto dopo la perfetta sponda di Bonetti. La Juve ci crede e l’Atalanta non sembra assolutamente quella dei primi 45’ di gioco e il merito è tutto dei bianconeri. I padroni di casa arrivano prima degli avversari su tutti i palloni e iniziano a manifestare evidente superiorità in tutte le zone del campo. Quattro giri di orologio dopo la rete segnata, Soule avrebbe l’opportunità di firmare la sua personale doppietta, ma la sua conclusione di prima (a Gelmi battuto) viene incredibilmente deviata da Scalvini. Riccio e compagni ci credono e il gol del pareggio arriva al 67’ con Sekulov, servito in profondità con una palla splendida da un ispiratissimo Soule, 2-2. Ci avviciniamo agli ultimi dieci minuti di gara con una buona reazione degli orobici che provano a tornare avanti al 79’ con un colpo di testa di Renault, di poco largo alla destra di Garofani. La Juve sembra essere in gestione, sia dal punto di vista fisico che mentale, ma al minuto 83 i bergamaschi passano di nuovo avanti, ancora una volta con Sidibe che con il destro, dal limite dell’area, infila il pallone nell’angolino. La Juve non ci sta, soprattutto per quanto fatto vedere nella ripresa, e con la testa, l’orgoglio e le ultime energie rimaste trova il definitivo 3-3 con un destro potente e preciso di Fabio Miretti.

L’ANALISI DI MISTER BONATTI

«Purtroppo ci siamo complicati la vita a inizio partita con un errore in costruzione, ma dobbiamo mettere in conto situazioni di questo tipo costruendo sempre dal basso. È parte del nostro continuo percorso di crescita. La reazione dei miei ragazzi, però, è stata ammirevole. La forza mentale che hanno avuto è tipica di una squadra di alto livello e questo aspetto ci lascia molto fiduciosi per il futuro. Oggi non è iniziato soltanto il girone di ritorno, ma un nuovo punto di ripartenza di una squadra che ha ottime qualità. La pausa ci servirà per ritrovare le giuste energie e per tornare in campo ancora più determinati».

Deja un comentario