ALL’ALLIANZ PASSA IL BENEVENTO

By realcamisetas No comments

Un atteggiamento poco convinto all’inizio, poi tante occasioni sciupate e una leggerezza in fase di ripartenza: è così che la Juve perde in casa contro il Benevento, bravo e tenace nel contenere i bianconeri e spietato ad approfittare dell’occasione avuta da Gaich nella ripresa. La Juve ci prova, ma non dà mai la sensazione di avere la necessaria tranquillità per poter cambiare le sorti dell’incontro e deve arrendersi a un avversario più convinto e motivato.

LA JUVE SPINGE, IL BENEVENTO RESPINGE

L’inizio è incoraggiante, perché dopo soli tre minuti Ronaldo scambia con Kulusevski e sfiora il palo, ma il Benevento serra subito i ranghi, prova anche a pungere con gli spunti di Lapadula e, con la difesa a cinque schierata da Inzaghi, riesce a limitare le iniziative dei bianconeri. La successiva occasione arriva dopo il ventesimo: dopo un altro spunto di Ronaldo sulla destra e la sponda di Morata, Danilo può controllare e calciare in area, ma il suo destro viene respinto. Alla mezz’ora si fa vedere Morata con un’accelerazione centrale e un sinistro rasoterra, intercettato da Montipò. Poco dopo Foulon rischia il rigore intervenendo su un traversone di Kulusevski: il signor Abisso, vedendo un tocco con il braccio, inizialmente indica il dischetto, ma dopo aver consultato il VAR concede solo l’angolo. Sulla battuta de Ligt incorna, Montipò respinge, Morata arriva per primo sul pallone e calcia alto. L’ultima opportunità è una fiondata dal limite di Ronaldo, sulla quale Montipò è ancora pronto e così si va al riposo sullo 0-0.

BENEVENTO AVANTI CON GAICH

Il Benevento rimane compatto anche nella ripresa e la Juve fatica a giocare tra le linee. Kulusevski riesce a incrociare il destro ma sbaglia la mira e anche la sventola di Ronaldo è a lato. L’azione più pericolosa è una ripartenza condotta da Kulusevski il cui filtrante per Ronaldo viene intercettato da Barba che rischia l’autorete, ma trova un prodigioso di riflesso di Montipò. Il rischio corso non scompone il Benevento che continua a pressare alto e viene premiato quando Gaich intercetta un alleggerimento di Arthur verso Danilo e calcia sul primo palo, portando in vantaggio i campani.

MONTIPÒ PARA TUTTO, VINCE IL BENEVENTO

Pirlo cambi Arthur e Rabiot con Bentancur e McKennie e la Juve attacca a testa bassa. Bernardeschi calcia a volo l’assist di Kulusevski senza centrare la porta, poi Ronaldo vince un contrasto in area, arriva a due passi dalla porta e trova uno strepitoso Montipò che riesce ad alzare la conclusione sopra la traversa. È ancora CR7 a provarci, stoppando con il petto il cross di Chiesa e coordinandosi per una spettacolare rovesciata che termina però a lato. Montipò è ancora protagonista quando respinge il destro ravvicinato di Ronaldo, il pallone termina a Danilo che con la porta sguarnita però calcia altissimo. Il resto è tanta foga, tanta voglia di raddrizzare il risultato, ma poca concretezza. Il Benevento resiste, ribatte colpo su colpo e torna in a casa con tre punti meritati.

Deja un comentario