Juve in the world: Praga

By Maria No comments

Anno 1985: in Repubblica Ceca (all’epoca Cecoslovacchia) i bianconeri trovano l’accesso alla semifinale di Coppa dei Campioni
Ogni tanto, il calcio della Repubblica Ceca (un tempo Cecoslovacchia quando non si era ancora diviso il Paese) attraversa periodi di splendore. Lo testimoniano le finali disputate nelle grandi competizioni. Quelle perse in ben due Mondiali (1934, contro l’Italia; 1962, sconfitti dal Brasile), traguardi che non hanno raggiunto nazioni calcisticamente più continue. Quella vinta nell’Europeo del 1976 con il famoso cucchiaio su rigore di Panenka a piegare la Germania Ovest e quella persa vent’anni dopo al golden gol per “colpa” di Oliver Bierhoff a con i tedeschi dell’Est e dell’Ovest ormai unificati.
In quella nazionale del 1996 c’era un giovane Pavel Nedved, le cui prestazioni interessarono la Lazio che lo acquistò. Anche perché il futuro Pallone d’Oro si era già distinto per quattro stagioni di buon livello con lo Sparta Praga. L’unica squadra ceca che la Juventus ha affrontato nelle coppe europee, precisamente  nel 1985, anche se nell’affascinante capitale ha giocato in altre sei occasioni precedenti.

Deja un comentario